Avvisiamo che ci siamo trasferiti su www.unimeteo.net, i nostri utenti sono invitati a iscriversi sul nuovo forum - questo forum a breve verrà chiuso.

    Inverno 10/11: idee varie

    Condividi
    avatar
    wise
    Administrator
    Administrator

    Messaggi : 709
    Data d'iscrizione : 16.02.10

    Inverno 10/11: idee varie

    Messaggio Da wise il Mar 21 Set - 0:25

    Sintetico al massimo:

    Stagione che si caratterizza per Nina forte, ciò fa pensare ad una situazione atlantica che inizialmente vedrebbe un VP (con relativa depressione d'Islanda) debole e facilmente espugnabile da parte HP ben piantati, successivamente complice il raffreddamento delle SST nord-atlantiche e la lenta positivizzazione della QBO (ma molto più lentamente di quello che i più attualmente ipotizzano, analizzando un inverno come se la QBO fosse pienamente positiva) il vortice prenderebbe vigore, appiattendo il getto, costringendo l'azzorriano a puntare altrove sia sull'Europa centro-meridionale (sopra di noi) sia verso nord-est (insomma SCAND+, ponticelli e retrogressioni varie potrebbero essere alla portata).
    La Nina dovrebbe anche mantenere la Madden tendenzialmente debole e quindi spesso ininfluente per l'EU; ma anche qui dipenderà da alcune cosette.........
    Per quanto riguarda la stratosfera, un Warming autunnale è possibile e potrebbe metterci lo zampino....
    Stagione quindi complessivamente fredda e inizialmente anche molto umida; anche se non credo ad un inverno di portata storica (...) per il continente europeo; la statistica ci dice che con Nina strong e QBO alla fine della fase negativa non si sono mai registrate stagioni eccezionali; ciò non significa che non possa essere una stagione "interessante" specie per l'area orientale del continente e per le regioni che a essa si affacciano.
    Comunque ne riparleremo oltre, queste sono solo idee neanche tanto ponderate!

    Passo e chiudo!


    Ultima modifica di wise il Dom 26 Set - 21:58, modificato 2 volte
    avatar
    mesociclone
    Administrator
    Administrator

    Messaggi : 1390
    Data d'iscrizione : 16.02.10

    Re: Inverno 10/11: idee varie

    Messaggio Da mesociclone il Mar 21 Set - 22:17

    Comincerò a lavorarci nei prossimi giorni, ma è ancora prestino. Prima bisognerà avere la certezza che gli indici più importanti vadano a corrispondere a ciò che oggi sono solo proiezioni...
    avatar
    mesociclone
    Administrator
    Administrator

    Messaggi : 1390
    Data d'iscrizione : 16.02.10

    Re: Inverno 10/11: idee varie

    Messaggio Da mesociclone il Mar 21 Set - 22:19

    Certo che con Nina strong di inverno serio mi sa che ce ne sarà poco...l'ENSO è sempre decisivo e Nina Strong è solitamente pessima per inverni di grandi portate, ma anche qui vedrò di lavorarci per fare un lavoro tipo quello dell'anno scorso su base statistica.
    avatar
    wise
    Administrator
    Administrator

    Messaggi : 709
    Data d'iscrizione : 16.02.10

    Re: Inverno 10/11: idee varie

    Messaggio Da wise il Mar 21 Set - 22:23

    Io ho messo giù giusto qualche idea veloce, ma giustamente sarà tutto da vedere..... Ho dato un occhiata alla statistica degli inverni DOC e anni DOC con NINa strong non ce ne sono e neanche con QBO verso il + ma tu sai fare il lavoro di ricerca statistica meglio di me...... ci aggiorniamo intanto comincia a pensarci......
    avatar
    mesociclone
    Administrator
    Administrator

    Messaggi : 1390
    Data d'iscrizione : 16.02.10

    Re: Inverno 10/11: idee varie

    Messaggio Da mesociclone il Mar 21 Set - 22:41

    L'unica speranza è che l'ENSO si aggiusti sul filo di lana come l'anno scorso...speriamo in bene, sinceramente non ho ancora guardato niente...

    Come predictors per il NAO come siamo messi ?
    avatar
    mesociclone
    Administrator
    Administrator

    Messaggi : 1390
    Data d'iscrizione : 16.02.10

    Re: Inverno 10/11: idee varie

    Messaggio Da mesociclone il Dom 26 Set - 20:26

    Ho capito che l'analisi sui predictors NAO mi tocca farmela.
    'Sti bellunesi maledetti...

    Allora visto che mi tocca farmela e visto che il NAO è fondamentale per gli inverni Europei ho dato un'occhiata al predictor più precoce riguardante il NAO.

    Ora, sappiamo bene che la North Atlantic Oscillation è legata indissolubilmente alla situazione presso il Mare del Labrador, come viene ribadito in diverse pubblicazioni, sia in termini di medio-lungo termine (decennali) sia in termini più brevi.

    http://www.springerlink.com/content/5x1755h70417q6kn/
    Variations of winter Arctic sea ice bordering on the North Atlantic are closely related to climate variations in the same region. When winter North Atlantic Oscillation (NAO) index is positive (negative) anomaly phase, Icelandic Low is obviously deepened and shifts northwards (southwards). Simultaneously, the Subtropical High over the North Atlantic is also intensified, and moves northwards (southwards). Those anomalies strengthen (weaken) westerly between Icelandic Low and the Subtropical High, and further result in positive (negative) sea surface temperature (SST) anomalies in the mid-latitude of the North Atlantic, and increase (decrease) the warm water transportation from the mid-latitude to the Barents Sea, which causes positive (negative) mixed-layer water temperature anomalies in the south part of the Barents Sea. Moreover, the distribution of anomaly air temperature clearly demonstrates warming (cooling) in northern Europe and the subarctic regions (including the Barents Sea) and cooling (warming) in Baffin Bay/Davis Strait. Both of distributions of SST and air temperature anomalies directly result in sea ice decrease (increase) in the Barents/Kara Seas, and sea ice increase (decrease) in Baffin Bay/Davis Strait.

    Nel nostro caso interessa maggiormente il breve termine, ovvero l'estensione dei ghiacci in questo tratto di Oceano. Un'estensione maggiore dei ghiacci è in grado di influenzare l'indice NAO a 1-2 mesi di distanza. Se l'estensione dei ghiacci è maggiore rispetto alla norma, l'indice NAO tenderà a risultare negativo, viceversa se l'estensione è inferiore alla media, l'indice NAO tenderà invece a risultare positivo.

    Osserviamo ad esempio l'andamento dello scorso Inverno:



    Si noti come ci sia stato un graduale aumento dell'estensione dei ghiacci nel mese di Novembre con raggiungimento della media a metà Novembre circa (corrisposto a un ritorno in perfetta media a metà Dicembre) e una fase sopramedia a fine Novembre (corrisposto a una fase fortemente sottomedia meno di un mese dopo). Il tutto nonostante la fase positiva dell'ENSO (NINO) porti solitamente a inizio inverno, ovvero Dicembre-inizio Gennaio, un'estensione dei ghiacci superiore alla media e quindi di conseguenza un'estensione minore rispetto alla media nei mesi di Ottobre e/o Novembre.
    Si noti inoltr come questa minor estensione sia corrisposta proprio con un trimestre Invernale caratterizzato da NAO negativo:

    Dicembre -1.93
    Gennaio -1.11
    Febbraio -1.98

    Osserviamo ora il grafico attuale:



    Si noti come già ora vi sia un graduale aumento dell'estensione dei ghiacci, in perfetta corrispondenza agli inverni caratterizzati da una fase negativa dell'ENSO (NINA), che solitamente presentano una fase iniziale dell'Inverno contraddistinta da estensione dei ghiacci minore rispetto alla media e di conseguenza un'estensione maggiore nei mesi autunnali, specialmente Ottobre e/o Novembre.

    Visto che attualmente siamo quasi a Ottobre ha ancora scarsa attendibilità (inizio Ottobre + 1 mese = inizio Novembre, Ottobre + 2 mesi = inizio Dicembre) analizzare i ghiacci ora, ma si può, tuttavia, valutare un altro parametro che può influenzare l'estensione dei ghiacci nel trimestre invernale con ben 8 mesi di anticipo.
    E' stata infatti scoperta qualche anno fa una correlazione piuttosto rilevante tra la presenza di acque più fredde e meno salate su alcune aree del Mare del Labrador (zona adiacente alla costa Groenlandese, zona dello Stretto di Davis, zona adiacente alla costa dell'isola di Baffin/Labrador, ovvero le zone in cui passa la West Greenland Current/Corrente Occidentale Groenlandese, la Baffin Island Current/Corrente dell'Isola di Baffin e la Labrador Current/Corrente del Labrador) e l'aumento dell'estensione dei ghiacci in queste zone durante il trimestre Invernale. Al contrario, la presenza di acque con maggiore salinità "predice" una minor estensione dei ghiacci durante la stagione invernale.



    Tenendo in considerazione che l'aumento dei ghiacci in questa durante il trimestre invernale corrisponde a una fase di NAO+ e la diminuzione dell'estensione, invece, porta a una fase di NAO- si possono quindi trarre preziose informazioni riguardo il prossimo inverno.
    Si può provare quindi a valutare la situazione rispetto alla salinità delle acque alla profondità di 100 mt in queste aree al 19 Maggio (+8 mesi = 19 Gennaio), per avere un quadro sommario di come potrebbe essere l'estensione durante il futuro trimestre.

    Ecco la mappa, con associato confronto con il Maggio scorso:



    Si può notare come l'anomalia positiva, pur essendo largamente presente, è molto più limitata rispetto al Maggio scorso. Considerando l'intensità dell'anomalia dell'acqua dell'anno scorso si può quindi presumere che se il trimestre invernale scorso è stato caratterizzato da una forte anomalia del NAO index, questa stagione invernale potrebbe essere presubimilmente caratterizzata da un NAO tra il neutro e il moderatamente negativo, con una più probabile anomalia debolmente negativa.

    L'importanza dell'indice NAO è però estremamente significativa anche per il suo rapporto con l'AO index.
    Quando l'indice NAO aumenta, diminuisce la pressione alle alte latitudini. Perciò la Semipermanente Islandese prende forza grazie alla diminuzione della pressione. Questo avviene grazie all'abbassamento del limite della Tropopausa e a un'intrusione Stratosferica con annessa Vorticità Positiva molto elevata. Ricordo, infatti, che in Stratosfera i valori di Vorticità Positiva sono più elevati e non necessariamente associati a sistemi depressionari e nel caso di un'intrusione Stratosferica sulla Troposfera nei pressi di una circolazione depressionaria, grazie a questi alti valori della Vorticità Positiva, la stessa depressione aumenta d'intensità sensibilmente e diminuisce sensibilmente di pressione.
    Quindi un rapporto biunivoco e concatenato. NAO+, LP Islandese più forte , Intrusione di Vorticità Positiva, Rafforzamento ulteriore della LP, NAO + "maggiorato".
    Questo cosa comporta?
    Le Rossby Waves (Onde Planetarie) che solitamente risalgono sull'Atlantico con moto S-N, dall'Equatore ai Poli, vengono deviate verso l'Equatore a causa di questa cintura depressionaria Semipermanente. Ciò ovviamente ci fa capire come il VP sia più profondo in quanto le Onde di Rossby non raggiungono i Poli se non a fatica e con carattere di eccezionalità e quindi il VP/VPS non risulti disturbato, bensì profondo. Si crea quindi una fase di AO+.
    La Jet Stream si rafforza e si ha un aumento di Vorticità Potenziale ai Poli con conseguente diminuzione di pressione e quindi minori/nulle possibilità di HP Polari in Troposfera.
    Il livello della Tropopausa di alza nei pressi dei Poli e conseguentemente la pressione si allenta e cala in media di 5 hpa.
    Viceversa NAO- favorisce le Rossby Waves (Onde Planetarie) che rendono disturbato il VPStratosferico (Weak Vortex) che a sua volta si riflette sul segno dell'indice AO negativizzandolo maggiormente
    In generale quindi si può dire che le fasi di NAO e AO siano simili (+/+ e -/-) e che inevitabilmente siano strettamente correlate.



    Per concludere allego gli schemi delle influenze delle due fasi del NAO:







    Da cui si può ben intuire come la fase negativa sia molto più favorevole a inverni dinamici e freddi sull'Europa rispetto alla fase positica, anche se bisogna valutare come una fase troppo negativa possa risultare deleteria specie per le zone più Meridionali dell'Europa stessa. In questo senso, per ora, il NAO sembra configuararsi in modo ideale, tuttavia per avere un quadro più completo dell'inverno bisognerà analizzare in seguito molti altri parametri, tra cui il più importante è l'ENSO, nonchè valutare bene l'effettiva estensione dei ghiacci.
    avatar
    FreeZ
    Moderator
    Moderator

    Messaggi : 213
    Data d'iscrizione : 16.02.10
    Località : Salzano (VE) 14 m.s.l.m - Incino (BL) 422 m.s.l.m

    Re: Inverno 10/11: idee varie

    Messaggio Da FreeZ il Dom 26 Set - 21:46

    io la sparo lì, sono ragionamenti al volo, senza grosse basi teoriche ne tantomeno statisticamente probabili, comunque proviamo

    1. La Nina... direi che ancora non è provata la diretta influenza del fenomeno sul clima europeo, al contrario del suo amico el Nino, le cui fasi sono abbastanza correlate a variazioni sul clima europeo, c'è da dire che perà la nina molto probabilmente tenderà a mantenere la madden julian in un fase debole, cioè ininfluente sul clima europeo

    2.QBO.. una lenta positivizazzione (ma non troppo lenta) della quasi biennal oscillation, non dovrebbe dare particolari problemi, mantenendo una JS abbastanza sparata che potrebbe coinvolgere anche i settori europei più meridionali.

    3.NAO..ancora da valutare, ma ogni anno risulta sempre più influente per le nostre invernate.... anche se i forecast sembrano puntare verso una NAO-

    a tirar le conclusioni direi che potrebbe essere la possibilità di copouling strato-tropo che potrebbero compromettere o viceversa esaltare l'invernata.

    A mio modo di vedre quindi potremmo trovarci con 2 diverse soluzioni possibili, la prima con un indice AO lievemente positivo che comunque non negherebbe assolutamente grazie alla probabile disposizione delle SSTA blocking atlantici e retrogressioni con SCAND+, quindi occasioni tendenzialmente per buona parte dell'italia, senza un settore particolarmente favorito, senza escludere comunque possibili entrate dal rodano sopratutto nella prima parte dell'inverno(??).

    una seconda ipotesi personale parlerebbe di un VP sparato a mille, con un convogliamnto delle westerlines verso l'inghilterra con una depressione canadese onnipresente, tale da impedire risalite azzorriane, e quindi si arriverebbe ad un inverno mite molto simile al 2003/2004?
    avatar
    wise
    Administrator
    Administrator

    Messaggi : 709
    Data d'iscrizione : 16.02.10

    Re: Inverno 10/11: idee varie

    Messaggio Da wise il Dom 26 Set - 21:50

    Arsi, solito sborone che ricicla pezzi di vecchi post eh eh eh Twisted Evil

    Comunque oltre al NAO (che determina l'AO) che è ancora presto per definirne le intenzioni precise; la NINA a occhio potrebbe non essere così forte come si ipotizzava qualche settimana fa in pien inverno..... e comunque ci son delle possibilità che il nostro vecchio e visitatissimo post -"...siamo al bivio"- su ilmeteo possa rivelarsi valido anche per quest'anno......

    Adios
    avatar
    FreeZ
    Moderator
    Moderator

    Messaggi : 213
    Data d'iscrizione : 16.02.10
    Località : Salzano (VE) 14 m.s.l.m - Incino (BL) 422 m.s.l.m

    Re: Inverno 10/11: idee varie

    Messaggio Da FreeZ il Dom 26 Set - 22:08

    wise ha scritto:Arsi, solito sborone che ricicla pezzi di vecchi post eh eh eh Twisted Evil

    Comunque oltre al NAO (che determina l'AO) che è ancora presto per definirne le intenzioni precise; la NINA a occhio potrebbe non essere così forte come si ipotizzava qualche settimana fa in pien inverno..... e comunque ci son delle possibilità che il nostro vecchio e visitatissimo post -"...siamo al bivio"- su ilmeteo possa rivelarsi valido anche per quest'anno......

    Adios

    no, non andartene wissssssssssssssssssssssssseeeeeeeeeeeeeeeeee
    Ciao a tutti
    avatar
    mesociclone
    Administrator
    Administrator

    Messaggi : 1390
    Data d'iscrizione : 16.02.10

    Re: Inverno 10/11: idee varie

    Messaggio Da mesociclone il Dom 26 Set - 23:18

    wise ha scritto:Arsi, solito sborone che ricicla pezzi di vecchi post eh eh eh Twisted Evil

    Comunque oltre al NAO (che determina l'AO) che è ancora presto per definirne le intenzioni precise; la NINA a occhio potrebbe non essere così forte come si ipotizzava qualche settimana fa in pien inverno..... e comunque ci son delle possibilità che il nostro vecchio e visitatissimo post -"...siamo al bivio"- su ilmeteo possa rivelarsi valido anche per quest'anno......

    Adios

    Era un riciclo adeguato.
    E comunque non mi hai detto che ne pensi del NAO, brutto svicolatore che non sei altro (almeno fossi un viticoltore ...)
    avatar
    mesociclone
    Administrator
    Administrator

    Messaggi : 1390
    Data d'iscrizione : 16.02.10

    Re: Inverno 10/11: idee varie

    Messaggio Da mesociclone il Dom 26 Set - 23:19

    FreeZ ha scritto:io la sparo lì, sono ragionamenti al volo, senza grosse basi teoriche ne tantomeno statisticamente probabili, comunque proviamo

    1. La Nina... direi che ancora non è provata la diretta influenza del fenomeno sul clima europeo, al contrario del suo amico el Nino, le cui fasi sono abbastanza correlate a variazioni sul clima europeo, c'è da dire che perà la nina molto probabilmente tenderà a mantenere la madden julian in un fase debole, cioè ininfluente sul clima europeo

    2.QBO.. una lenta positivizazzione (ma non troppo lenta) della quasi biennal oscillation, non dovrebbe dare particolari problemi, mantenendo una JS abbastanza sparata che potrebbe coinvolgere anche i settori europei più meridionali.

    3.NAO..ancora da valutare, ma ogni anno risulta sempre più influente per le nostre invernate.... anche se i forecast sembrano puntare verso una NAO-

    a tirar le conclusioni direi che potrebbe essere la possibilità di copouling strato-tropo che potrebbero compromettere o viceversa esaltare l'invernata.

    A mio modo di vedre quindi potremmo trovarci con 2 diverse soluzioni possibili, la prima con un indice AO lievemente positivo che comunque non negherebbe assolutamente grazie alla probabile disposizione delle SSTA blocking atlantici e retrogressioni con SCAND+, quindi occasioni tendenzialmente per buona parte dell'italia, senza un settore particolarmente favorito, senza escludere comunque possibili entrate dal rodano sopratutto nella prima parte dell'inverno(??).

    una seconda ipotesi personale parlerebbe di un VP sparato a mille, con un convogliamnto delle westerlines verso l'inghilterra con una depressione canadese onnipresente, tale da impedire risalite azzorriane, e quindi si arriverebbe ad un inverno mite molto simile al 2003/2004?

    1- Diciamo che la NINA spesso influisce NON influendo...sembra un ossimoro, ma non lo è ...

    3- E' il più influente con il NAO e l'ENSO.

    Del resto avrò modo di riparlarne e spero che anche wise dia il suo contributo...maledetto bellunese inselvatichito
    avatar
    mesociclone
    Administrator
    Administrator

    Messaggi : 1390
    Data d'iscrizione : 16.02.10

    Re: Inverno 10/11: idee varie

    Messaggio Da mesociclone il Lun 27 Set - 17:31

    Visti i valori dell'ENSO (MEI) a -1.81 per Luglio/Agosto ho fatto una ricerca, valutando i valori di ENSO tra -0.8 e -1.5 (NINA MODERATE) e -1.5 e inferiori (NINA STRONG), sui mesi di Ottobre/Novembre caratterizzati da questi valori, presupponendo che i valori dell'ENSO rimangano inferiori al -1.0 (proprio per questo ho tuttavi eliminato i valori compresi tra -0.8 e -1.0, -1 escluso)

    Ottobre/Novembre 1950 - NINA MODERATE (MEI -1.2 )
    Ottobre/Novembre 1954 - NINA MODERATE (MEI -1.1 )
    Ottobre/Novembre 1955 - NINA STRONG (MEI -1.8 )
    Ottobre/Novembre 1956 - NINA MODERATE (MEI -1.1 )
    Ottobre/Novembre 1964 - NINA MODERATE (MEI -1.2 )
    Ottobre/Novembre 1970 - NINA MODERATE (MEI -1.1 )
    Ottobre/Novembre 1971 - NINA MODERATE (MEI -1.3 )
    Ottobre/Novembre 1973 - NINA STRONG (MEI -1.5 )
    Ottobre/Novembre 1974 - NINA MODERATE (MEI -1.3 )
    Ottobre/Novembre 1975 - NINA STRONG (MEI -1.8 )
    Ottobre/Novembre 1988 - NINA STRONG (MEI -1.5 )
    Ottobre/Novembre 1998 - NINA MODERATE (MEI -1.1 )
    Ottobre/Novembre 1999 - NINA MODERATE (MEI -1.0 )
    Ottobre/Novembre 2007 - NINA MODERATE (MEI -1.1 )

    Queste le Anomalie Geopotenziali a 500 hpa, in Europa e nel Nord Emisfero:




    In generale si può notare come sul comparto Atlantico i GPT siano più bassi del normale alle Alte Latitudini e più alti alle Basse Latitudini. Ciò solitamente è sintomo di inverni caratterizzati da VP profondo, scarse discese fredde verso le latitudini più basse e flusso zonale sulle Medie/Basse Latitudini.

    Tutto questo si può rilevare nelle Anomalie di Temperatura a 850 hpa per l'Europa:


    Ora consideriamo solo gli Inverni caratterizzati da NINA MODERATE.

    Ottobre/Novembre 1950 - NINA MODERATE (MEI -1.2 )
    Ottobre/Novembre 1954 - NINA MODERATE (MEI -1.1 )
    Ottobre/Novembre 1956 - NINA MODERATE (MEI -1.1 )
    Ottobre/Novembre 1964 - NINA MODERATE (MEI -1.2 )
    Ottobre/Novembre 1970 - NINA MODERATE (MEI -1.1 )
    Ottobre/Novembre 1971 - NINA MODERATE (MEI -1.3 )
    Ottobre/Novembre 1974 - NINA MODERATE (MEI -1.3 )
    Ottobre/Novembre 1998 - NINA MODERATE (MEI -1.1 )
    Ottobre/Novembre 1999 - NINA MODERATE (MEI -1.0 )
    Ottobre/Novembre 2007 - NINA MODERATE (MEI -1.1 )

    Queste le Anomalie Geopotenziali a 500 hpa, in Europa e nel Nord Emisfero:





    In questo caso la situazione è più complessa. In generale però l'Est Europa è caratterizzato da HP più solidi del normale, mentre l'Europa Centrale ed Occidentale è soggetta a discese meridiane di LP di origine NordAtlantica.

    Anche in questo caso la configurazione combacia abbastanza con le Anomalie di Temperatura a 850 hpa per l'Europa:




    Adesso quelli con NINA STRONG:

    Ottobre/Novembre 1955 - NINA STRONG (MEI -1.8 )
    Ottobre/Novembre 1973 - NINA STRONG (MEI -1.5 )
    Ottobre/Novembre 1975 - NINA STRONG (MEI -1.8 )
    Ottobre/Novembre 1988 - NINA STRONG (MEI -1.5 )

    Queste le Anomalie Geopotenziali a 500 hpa, in Europa e nel Nord Emisfero:





    In generale si può notare come sul comparto Atlantico i GPT siano più bassi del normale alle Alte Latitudini e più alti alle Basse Latitudini. Ciò solitamente è sintomo di inverni caratterizzati da VP profondo, scarse discese fredde verso le latitudini più basse e flusso zonale sulle Medie/Basse Latitudini.

    Anche in questo caso la configurazione combacia abbastanza con le Anomalie di Temperatura a 850 hpa per l'Europa Centro-Occidentale:

    avatar
    mesociclone
    Administrator
    Administrator

    Messaggi : 1390
    Data d'iscrizione : 16.02.10

    Re: Inverno 10/11: idee varie

    Messaggio Da mesociclone il Lun 27 Set - 17:57

    Si rivela interessante anche l'andamento del NAO in queste stagioni Invernali:

    1950/1951 - NINA MODERATE (MEI -1.2 )

    -1.0 NAO Dicembre
    +0.1 NAO Gennaio
    +0.7 NAO Febbraio

    1954/1955 - NINA MODERATE (MEI -1.1 )

    +0.7 NAO Dicembre
    -1.8 NAO Gennaio
    -1.1 NAO Febbraio

    1955/1956 - NINA STRONG (MEI -1.8 )

    +0.2 NAO Dicembre
    -0.2 NAO Gennaio
    -1.1 NAO Febbraio

    1956/1957 - NINA MODERATE (MEI -1.1 )

    +0.1 NAO Dicembre
    +1.0 NAO Gennaio
    +0.1 NAO Febbraio

    1964/1965 - NINA MODERATE (MEI -1.2 )

    -0.1 NAO Dicembre
    -0.1 NAO Gennaio
    -1.6 NAO Febbraio

    1970/1971 - NINA MODERATE (MEI -1.1 )

    -1.2 NAO Dicembre
    -1.1 NAO Gennaio
    +0.2 NAO Febbraio

    1971/1972 - NINA MODERATE (MEI -1.3 )

    +0.6 NAO Dicembre
    +0.6 NAO Gennaio
    +0.3 NAO Febbraio

    1973/1974 - NINA STRONG (MEI -1.5 )

    +0.3 NAO Dicembre
    +1.3 NAO Gennaio
    -0.1 NAO Febbraio

    1974/1975 - NINA MODERATE (MEI -1.3 )

    +1.5 NAO Dicembre
    +0.6 NAO Gennaio
    -0.6 NAO Febbraio

    1975/1976 - NINA STRONG (MEI -1.8 )

    0.0 NAO Dicembre
    -0.2 NAO Gennaio
    +0.9 NAO Febbraio

    1988/89 - NINA STRONG (MEI -1.5 )

    +0.6 NAO Dicembre
    +1.2 NAO Gennaio
    +2.0 NAO Febbraio

    1998/1999 - NINA MODERATE (MEI -1.1 )

    +0.9 NAO Dicembre
    +0.8 NAO Gennaio
    +0.3 NAO Febbraio

    1999/2000 - NINA MODERATE (MEI -1.0 )

    +0.6 NAO Dicembre
    +1.6 NAO Gennaio
    +1.7 NAO Febbraio

    2007/2008 - NINA MODERATE (MEI -1.1 )

    +0.3 NAO Dicembre
    +0.9 NAO Gennaio
    +0.7 NAO Febbraio
    avatar
    FreeZ
    Moderator
    Moderator

    Messaggi : 213
    Data d'iscrizione : 16.02.10
    Località : Salzano (VE) 14 m.s.l.m - Incino (BL) 422 m.s.l.m

    Re: Inverno 10/11: idee varie

    Messaggio Da FreeZ il Lun 27 Set - 21:17

    mesociclone ha scritto:

    1- Diciamo che la NINA spesso influisce NON influendo...sembra un ossimoro, ma non lo è ...

    3- E' il più influente con il NAO e l'ENSO.

    Del resto avrò modo di riparlarne e spero che anche wise dia il suo contributo...maledetto bellunese inselvatichito

    leggi bene il punto 3 arsi, io ho parlato di NAO sempre più influente
    avatar
    mesociclone
    Administrator
    Administrator

    Messaggi : 1390
    Data d'iscrizione : 16.02.10

    Re: Inverno 10/11: idee varie

    Messaggio Da mesociclone il Lun 27 Set - 21:36

    FreeZ ha scritto:
    mesociclone ha scritto:

    1- Diciamo che la NINA spesso influisce NON influendo...sembra un ossimoro, ma non lo è ...

    3- E' il più influente con il NAO e l'ENSO.

    Del resto avrò modo di riparlarne e spero che anche wise dia il suo contributo...maledetto bellunese inselvatichito

    leggi bene il punto 3 arsi, io ho parlato di NAO sempre più influente

    Avevo letto AO Rolling Eyes No
    avatar
    FreeZ
    Moderator
    Moderator

    Messaggi : 213
    Data d'iscrizione : 16.02.10
    Località : Salzano (VE) 14 m.s.l.m - Incino (BL) 422 m.s.l.m

    Re: Inverno 10/11: idee varie

    Messaggio Da FreeZ il Lun 27 Set - 21:53

    mesociclone ha scritto:

    Avevo letto AO Rolling Eyes No

    che pippone che sei
    Ciaoooooooooooo
    avatar
    mesociclone
    Administrator
    Administrator

    Messaggi : 1390
    Data d'iscrizione : 16.02.10

    Re: Inverno 10/11: idee varie

    Messaggio Da mesociclone il Lun 27 Set - 22:26

    In questo ambito provo anche a inserire la situazione della Stratosfera, per eliminare evntuali cause esterne nell'evoluzione dell'indice NAO nelle stagioni caratterizzate da NINA MODERATE/STRONG.
    Perciò inserisco i due fattori QBO e SOLAR FLUX e vediamo che ne viene fuori (anche se attualmente il nodo della QBO è ancora lontano dall'essere sciolto perciò bisognerà valutare ben bene in futuro ... ).

    Prendo in considerazion, quindi, QBO- e SOLAR FLUX LOW.

    1954/1955 - NINA MODERATE (MEI -1.1 ) QBO-/SOLAR FLUX LOW

    +0.7 NAO Dicembre
    -1.8 NAO Gennaio
    -1.1 NAO Febbraio

    1974/1975 - NINA MODERATE (MEI -1.3 ) QBO-/SOLAR FLUX LOW
    +1.5 NAO Dicembre
    +0.6 NAO Gennaio
    -0.6 NAO Febbraio

    2007/2008 - NINA MODERATE (MEI -1.1 ) QBO-/SOLAR FLUX LOW

    +0.3 NAO Dicembre
    +0.9 NAO Gennaio
    +0.7 NAO Febbraio

    Le indicazioni sono del tutto scoraggianti.
    La media dei 3 inverni si presenta come tipica delle invernate peggiori per l'Europa, con VP profondo, LP Semipermanente Islandese molto attiva e flusso zonale sulle Medie-Basse latitudini.








    Tuttavia, legando tutto ciò al NAO che, stando alle proiezioni dovrebbe risultare negativo, l'inverno più simile per configurazione generale sembra essere quello 1954/1955.

    Dalla reanalisi sembrerebbe un inverno improntato verso scambi meridiani sull'Europa Centro-Occidentale, con temperature sopra/molto sopra la media nell'Est Europa e nella zona Groenlandese.













    avatar
    mesociclone
    Administrator
    Administrator

    Messaggi : 1390
    Data d'iscrizione : 16.02.10

    Re: Inverno 10/11: idee varie

    Messaggio Da mesociclone il Mar 28 Set - 15:05

    Stupendo articolo di Mario Giuliacci rispetto al minimo solare :

    http://mario.giuliacci.it/mm?id=1261

    Cool
    avatar
    wise
    Administrator
    Administrator

    Messaggi : 709
    Data d'iscrizione : 16.02.10

    Re: Inverno 10/11: idee varie

    Messaggio Da wise il Dom 3 Ott - 15:15

    Ultimo post di Bastardi sul suo blog... parla di Italia e di vino e da qualche breve indicazione per l'inverno..... la sua previsione ufficiale per l'Europa sarà pubblicata (credo sempre su Accuweather) dopo il 15 ottobre....



    SATURDAY OCT 2.

    NOT THE WINTER FORECAST BUT SOMETHING ABOUT WINTER

    SOME MAJOR QUESTIONS ON MY MIND.

    The first is what kind of winter will Europe have. The other is: Are Napa valley ( California) wines as good as Italian wines.

    My father, who is first generation American from Italian heritage ( I am second) has recently become a convert to Napa valley wines. One of the reasons is my be he simply is not over in Italy enough. But believe it or not, there is a weather linkage here... as it seems that that seasons with an el nino coming on do produce some great wines in certain grapes. Knowing this, I go after napa valley wines from years with an el nino coming on, though now that the PDO is cold, there are going to be some bigger problems. Look for Italian wines, as long as they arent loaded up with sulfites, to start winning more contests in the coming years. This is an interesting test of climate theory.. for instance, is it the warm PDO that helped Napa valley catch the south of europe? To people that like a good red sipping wine, and only the past year or so has that part of me emerged, this will be a raging question. And you thought this climate debate was an agenda item with. Ha! there are far bigger things involved here, and one of them is wondering about this aspect..involving wine and the overall effect of the climate cycles on them. And if it is global warming or whatever they are calling it today ( climate disruption I believe is the latest misnomer), why doesnt anyone bring up the fact that we are seeing better and better wines with the warming. That ought to tell you something ( for people who have not read me before.. I do like to have a little fun here, okay)

    Anyway ,my father is also a meteorologist who has instilled in me some ideas on the weather, based on his experience, and part of this has lead to my overall attitude on climate change, since his experience was such that the weather over here in the states was harsher when he was growing up ( 30s through 50s) when the PDO was warm, and then turned colder, and the AMO turned warm. The intersection of the two produced an interesting linkage between atlantic hurricane activity and the weather. This disappears when the AMO turns warm. But its fascinating to see what using the analog gives us for the winter and then applying the computer forecast gives us. Put it this way... for large parts of Europe, another year where the Global warming crowd is going to take a beating from the APPEARANCE of the weather is on the way!

    My official forecast is not out till after Oct 15. The demands of my job are such I cant do what I did last year, as there is much more intensive "drudgery" rather than labor of love that I would rather do Being in a dogfight over the european weather and trying to compete is something I cherished, but I cant do it without pushing myself as hard as possible. Today have spent several hours looking at things I had been suspecting in that I dont have the "drudgery work" on a Saturday, ( By the way.. drudgery as I call it is something that has a higher calling. No less than Martin Luther said that a milkmaid can milk a cow for the glory of God, and he is right about that. It is a hard lesson to learn though.) I do have a glass of wine in front of me ( which I allow myself on a Saturday) and in the interest of keeping my Euro readers happy, its origin shall not be revealed, so I have been digging in to some of my dads ideas and applying them.

    "Oh my papa, to me you were so wonderful" is something that lovers of cold weather would get from this

    The three years that stick out like a sore thumb are 1950-1951,1955-1956 and 1995-1996 for europe. What is fascinating here is that we actually have a model that looks exactly like what those analogs would give. The theory involves linking the intensity of the atlantic hurricane season, for that gives us a certain message about the upward motion patterns that have set up over the atlantic, with the la nina in the pacific. Most interesting about all of this.... all three years we had a warm amo. The main idea I have out for the winter is that there will be large scale chill again. however the theory gives us stronger chill further north! This agrees strongly with the US generated CFS. In fact they are amazingly close! But here is the kicker. The same method , used back here in the states, agrees with the european, which is warmer in the north in Europe. So Joey boy has some work to do.

    The purpose of this post is to let you know I am pushing myself as hard as I can to keep you up to date. I believe that this is a colder than normal winter for a large part of europe, but I am torn as to where right now. I am going to research it and come up with the answer, but understand that there are some things going on here that to me, are even more important than hitting the forecast. My father and mother are, and always will be heroes to me. My dad was a great forecaster but gave that up for his family. That his ideas were handed down to me and I might use them as I got older, well to someone like me, somehow transcends the whole forecast. I will tell you this, when I see linkage in analogs and models, it is impressive, because it means that the past and the future are holding hands. I blew NOAA out of the water this summer here in the US as my analogs had a very warm summer, the CFS was cool, so was the NOAA IDEA and the analogs and the euro forecast linked here over the states and carried the field. Interestingly enough the brutality, that is the only way I can describe it, of the selected analogs, mainly across the north, agree in Europe, with the US MODEL while here in the states they are more toward the European. But perhaps because of the blood that is in my veins, there are bigger things to prove here than whether I am right or wrong. And I am going to give you a forecast later that sums all this up, because I appreciate the loyalty you have shown and I also have a loyalty to people that came before, a heritage that includes the Calabrian, Foggian and Sicilian areas of the south of europe.

    Maybe is in the blood. But my message to you here is there is winter on the way, and I believe what we are seeing is the start of some bigger ticket items in the coming decades, of which lord willing, I will prove also.

    So there are some points to debate among free people with open minds and of good will. One will winter be cold ( on a whole for europe I think yes) two: where will it be coldest ( I will try to answer in my usual take a stand form later.. but population weighted, it looks cold. And 3) can Napa valley wines compete with Italian wines ( note remember I am of Italian heritage so please understand) And that probably is the hardest question of all (ha ha)

    My readers on this site are important to me, and its Saturday, and I made sure I got to you when I had the chance!

    ciao for now ***
    avatar
    mesociclone
    Administrator
    Administrator

    Messaggi : 1390
    Data d'iscrizione : 16.02.10

    Re: Inverno 10/11: idee varie

    Messaggio Da mesociclone il Sab 9 Ott - 15:23

    Indice MEI a -1.99

    Record di sempre per il bimestre Agosto-Settembre.

    Probabilmente sarà NINA strong, il che non è particolarmente una buona cosa a mio parere
    avatar
    mesociclone
    Administrator
    Administrator

    Messaggi : 1390
    Data d'iscrizione : 16.02.10

    Re: Inverno 10/11: idee varie

    Messaggio Da mesociclone il Sab 9 Ott - 16:55

    Il grafico continua a far pensare a NAO-



    ma si prospetta un lungo periodo con anomalia positiva su tali aree e quindi potrebbe esserci un crollo della copertura con conseguenze abbastanza nefaste
    avatar
    wise
    Administrator
    Administrator

    Messaggi : 709
    Data d'iscrizione : 16.02.10

    Re: Inverno 10/11: idee varie

    Messaggio Da wise il Sab 9 Ott - 19:06

    mesociclone ha scritto:Indice MEI a -1.99

    Record di sempre per il bimestre Agosto-Settembre.

    Probabilmente sarà NINA strong, il che non è particolarmente una buona cosa a mio parere




    Potrebbe non essere così deleterio dai....... mi preoccupa di più il segno del NAO.......

    Inoltre in giro leggo la gran parte della gente che fa proiezioni considerando la QBO come positiva, ma a casa mia a 50 hpa siam ancora in sotto e non diventerà positivo in un attimo, l'unico che ho visto più cauto riguardo la QBO è stato proprio il col. Giuliacci....
    avatar
    mesociclone
    Administrator
    Administrator

    Messaggi : 1390
    Data d'iscrizione : 16.02.10

    Re: Inverno 10/11: idee varie

    Messaggio Da mesociclone il Sab 9 Ott - 19:55

    wise ha scritto:




    Potrebbe non essere così deleterio dai....... mi preoccupa di più il segno del NAO.......

    Inoltre in giro leggo la gran parte della gente che fa proiezioni considerando la QBO come positiva, ma a casa mia a 50 hpa siam ancora in sotto e non diventerà positivo in un attimo, l'unico che ho visto più cauto riguardo la QBO è stato proprio il col. Giuliacci....

    La QBO per me è ancora un mistero...da sciogliere all'ultimo

    Il NAO è facilmente prevedibile, basta aspettare un mesetto....anche se si va verso un riscaldamento precoce del Labrador che potrebbe essere veramente deleterio...ma anche l'anno scorso fu così, è Novembre che in larga parte fa la differenza.

    Inoltre secondo me la Stratosfera sarà pressochè inutile quest'anno, vedremo...

    PS

    Si profilano le prime discese di stampo invernale per fine Ottobre....
    avatar
    wise
    Administrator
    Administrator

    Messaggi : 709
    Data d'iscrizione : 16.02.10

    Re: Inverno 10/11: idee varie

    Messaggio Da wise il Sab 9 Ott - 22:20

    mesociclone ha scritto:
    Inoltre secondo me la Stratosfera sarà pressochè inutile quest'anno, vedremo...

    PS

    Si profilano le prime discese di stampo invernale per fine Ottobre....

    Bah per la stratosfera molto dipenderà proprio dalla QBO....

    ps. Era facilmente prevedibile che avrebbe cominciato di buon ora..
    avatar
    mesociclone
    Administrator
    Administrator

    Messaggi : 1390
    Data d'iscrizione : 16.02.10

    Re: Inverno 10/11: idee varie

    Messaggio Da mesociclone il Sab 9 Ott - 23:42

    Sì ma speriamo che non faccian brutti scherzi queste discese precoci...non amo particolarmente gli autunni più freddi del normale

    Contenuto sponsorizzato

    Re: Inverno 10/11: idee varie

    Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


      La data/ora di oggi è Sab 23 Giu - 22:50